APRENDO

2015 / Zampextra16 / Milano

Una performance di Pietro Puccio con Libri Finti Clandestini.
A fasi successive i partecipanti alla serata vengo ritratti e proiettati su differenti superfici accartocciate su loro stesse, diventando materiale sensibile e espressivo. Queste proiezioni vengono trasformate da Pietro Puccio in gesto pittorico. Terminata l’azione la base cartacea viene dischiusa, creando un’espansione della forma, frantumandola, esplodendola. Un’espansione è un’apertura. Al termine tutto questo diventa libro assemblato da Libri Finti Clandestini.
Performance, pittura, editoria d’arte.
Aprendo.

Sonorizzazione di Alessandro Parilli.
Photo: neroQuette per zampediverse